Centro di Educazione Ambientale di Chioggia

 

Cos’è il CEA di Chioggia
Il Centro di Educazione Ambientale del Comune di Chioggia, realizzato dall’Assessorato all’Ambiente, fa parte della Rete dei Centri di Esperienza istituita dall’Assessorato alle Politiche Ambientali della Provincia di Venezia.
Collocato nella prestigiosa sede della Foresteria di Palazzo Grassi, il CEA valorizza e tutela il territorio attraverso azioni di ricerca, monitoraggio, divulgazione ed educazione, rivolgendosi al mondo della scuola, a categorie economiche, a turisti, alle istituzioni e a tutti i cittadini.

Contatti: tel. 0415501294; fax. 0415509623; email: cea.chioggia@virgilio.it

Aperture:

  • dal 15 settembre al 15 giugno: dal lunedì al venerdì, 9.00 – 12.00; martedì e giovedì anche 15.00 – 18.00;
  • dal 16 giugno al 14 settembre: martedì, 15.00 -18.00.

Come agisce
Il CEA propone approfondimenti su diverse tematiche ambientali, sia di carattere strettamente naturalistico, sia di scoperta delle interazioni tra natura e cultura che hanno plasmato il territorio e la civiltà lagunare.
Ogni tema prevede la possibilità di essere affrontato con:

• convegni e conferenze

• corsi d’aggiornamento e formazione

• lezioni

• escursioni

• laboratori

Il CEA si presenta soprattutto come servizio di cui usufruire attivamente. Gli operatori del CEA, infatti, sono a disposizione per la realizzazione di iniziative che istituzioni, insegnanti e cittadini propongono.

La didattica…

Il rapporto preferenziale con il mondo della scuola si esplica nella proposta del CEA di circa quaranta temi, che ben si inseriscono nei programmi di scuole di ogni ordine e grado. Per i più piccoli, racconti naturalistici e animazione; per i più grandi, lezioni e ricerca sul campo.

Il pacchetto didattico tipo è costituito da lezione, escursione, laboratorio, ma è adattabile alle esigenze degli insegnanti, così come lo sono i temi da trattare.

…e il turismo naturalistico

Gli stessi itinerari proposti al mondo della scuola vengono adattati quali proposte turistiche. La conoscenza delle valenze ambientali del territorio è di primario interesse per lo sviluppo di un turismo sostenibile, che possa apprezzare in maniera completa le peculiarità locali. Ciò induce a rendere l’offerta più varia, di maggior qualità e destagionalizzata.
Gli itinerari sono percorribili a piedi, in bicicletta e in barca. Gli stessi possono essere preceduti, su richiesta dei turisti o di chi li ospita, da presentazioni da parte delle guide e mediante supporti audiovisivi.